>>  POLIZIA LOCALE  <<

 IL 'PORTALE' DELLA POLIZIA LOCALE... E NON SOLO
 
CODICE Dhome_codice_della_strada.htmlELLA STRADA
S
POLIZIA GIUDIZIARIA
S
L. 689/1981
S
AMBIENTE
S
EDILIZIA
S
STRANIERI
S
PROVVEDIMENTI
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S

CONTATTI

S

HOME PAGE

10 GENNAIO 2013

Aggiornamento biennale delle sanzioni secondo il disposto dell'articolo 195 del Codice della Strada. Consulta la tabella

10 GENNAIO 2013

Circolare del Ministero dei Trasporti con protocollo 635 del 9 gennaio 2013 recante la "disciplina della prova di controllo delle cognizioni e di verifica delle capacità e dei comportamenti per il conseguimento della patente di categoria AM, nonchè delle modalità di esercitazioni alla guida  dei veicoli per i quali è prevista la predetta patente". Disposizioni esplicative. Vedi circolare

28 GIUGNO 2012

La Prefettura U. T. G. di Vicenza fa pervenire la Circolare 300/A/3670/12/101/3/3/9 del 14 maggio 2012 avente ad oggetto: modifiche all'articolo 115 del Codice della Strada in materia di guida accompagnata. Vedi circolare

28 GIUGNO 2012

La Prefettura U. T. G. di Vicenza fa pervenire la Circolare 300/A/3634/12/116/1/1 del 11 maggio 2012 avente ad oggetto il Provvedimento del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti di concerto con il Ministero dell'Interno - Modifiche al disciplinare per le scorte tecniche alle competizioni ciclistiche su strada, approvato con provvedimento in data 27 novembre 2002 e successive modificazioni. Vedicircolare

28 GIUGNO 2012

La Prefettura U. T. G. di Vicenza fa pervenire la Circolare 300/A/2784/12/108/5/1 avente ad oggetto la Legge 24 marzo 2012 di conversione del D.L. 24 gennaio 2012 recante disposizioni urgenti per la concorrenza, lo sviluppo le infrastrutture e la competitività ove si da conto della modifica dell'articolo 167 del Codice della Strada con aggiunta dei commi 2 bis, 3 bis e 10 bis ed integrazione del comma 5 ed abrogazione dell'articolo 62 comma VII del Codice della Strada. Vedi circolare

4 GIUGNO 2012

Modello di preavviso per manifestazione pubblica. Vedi modello

4 GIUGNO 2012

Il Ministero dell'Interno si pronuncia con una circolare del 14 maggio 2012 sul tema "Disciplina delle esercitazioni di guida in autostrade, su strade extraurbane ed in condizione di visione notturna, del minore autorizzato e dell'aspirante al conseguimento della patente di categoria B". Leggi la circolare

19 APRILE 2012

Direttiva della Procura della Repubblica di Vicenza nella quale si afferma che la circolazione dello straniero con patente ESTERA in corso di validità sia essa convertibile o meno configura il solo illecito amministrativo e configura la violazione del solo comma VII dell'articolo 136 con sanzione prevista dall'articolo 126 comma VII del Codice della Strada. La condotta dello straniero residente da oltre un anno in Italia e fermato alla guida di un veicolo fornito di sola patente straniera configura solo l'ipotesi di violazione amministrativa. Vedi circolare 

27 FEBBRAIO 2012

Il Ministero dell'Interno, Dipartimento della Pubblica Sicurezza ha fatto pervenire la circolare n.300/A/580/12/101/21/4 avente ad oggetto la circolazione con veicolo sottoposto a sequestro o fermo amministrativo e violazione dell'articolo 334 del C.P. Vedi circolare

01 FEBBRAIO 2012

Pubblichiamo tutte le note della Procura di Treviso relative al rilascio delle copie degli atti dei sinistri stradali. Consulta documento

30 GENNAIO  2012

Stop ai cellulari per i conducenti di mezzi pubblici per trasporto di persone e per i conducenti adibiti ai servizi delle strade e delle autostrade.

A giorni sarà pubblicata la modifica dell'articolo 173 del Codice della Strada approvata dalla Camera il 25 gennaio 2012.

29 DICEMBRE 2011

Decreto del 15 dicembre 2011.

Direttive e calendari per le limitazioni alla circolazione stradale fuori dai centri abitati. Vedi testo

 

29 DICEMBRE 2011

E' stato pubblicato il Decreto Legge 22 dicembre 2011 n.211 di contrasto del sovrappopolamento degli istituti carcerari.

Il provvedimento introduce due modifiche all'articolo 588 del Codice di Procedura Penale.

Con la prima si prevede che, nei casi di arresto in flagranza, il giudizio direttissimo debba essere necessariamente tenuto entro e non oltre le quarantottore dall'arresto, non essendo più consentito al giudice di fissare l'udienza nelle successive quarantottore.

Con la seconda modifica viene introdotto il divieto di condurre in carcere persone arrestate di non particolare gravità, prima della loro presentazione dinanzi al giudice per la convalida dell'arresto e il giudizio direttissimo. In questi casi l'arrestato dovrà essere, di norma, custodito dalle forse di polizia, salvo che ciò non sia possibile per mancanza di adeguate strutture o per altri motivi, quali lo stato di salute dell'arrestato o la sua pericolosità. In tali casi, il pubblico ministero dovrà adottare uno specifico provvedimento motivato. Consulta il testo del Decreto

 

24 NOVEMBRE 2011

Sull'obbligo delle catene a bordo.

Solo i pneumatici M+S o 4 chiodati possono sostituire l'obbligo delle catene a bordo. Non è sufficiente avere la vettura a trazione integrale, solo i pneumatici invernali (contraddistinti con marcatura M&S, MS, M-S e M+S) sono equivalenti alle catene omologate e soddisfano dunque l'obbligo di legge. L'unica indicazione con valenza giuridica è quella indicata. La marchiatura americana con fiocco di neve o "snowflake" non è sufficiente. Per i pneumatici invernali M+S la normativa europea da la possibilità di utilizzare a parità di misura, un codice di velocità inferiore a quella omologata sul libretto di circolazione ma in questo caso è obbligatorio apporre in vettura un apposito adesivo di avvertimento che ricordi che stiamo guidando con questo tipo di pneumatico.  

1 OTTOBRE 2011

Viene modificato il rito applicabile ai ricorsi avverso i verbale del Codice della Strada ed alle ordinanze ingiunzioni con  Decreto Legislativo 1 settembre 2011 n.150 che ha come oggetto: “Disposizioni complementari al Codice di Procedura Civile in materia di riduzione e semplificazione dei procedimenti civili di cognizione, ai sensi dell’articolo 54 della Legge 18 giugno 2009 n.69”.

Con tale provvedimento sono state introdotte molte modifiche al Codice di Procedura Civile, nell’ottica di una “mai raggiunta” semplificazione e celerità dei riti civili.

Le controversie, previste dall’articolo 22 della Legge 24 novembre 1981 n.689, in materia di opposizione alle ordinanze ingiunzione e le controversie in materia di opposizione ai verbali di accertamento del Codice della Strada (articolo 204 bis), a partire 6 ottobre 2011, verranno trattate dai Giudici di Pace con le modalità previste dal rito del lavoro.

Gli articoli 6 e 7 del Decreto Legislativo prevedono che il ricorso al Giudice di Pace, sia avverso le ordinanze ingiunzioni sia avverso i verbali del Codice della Strada debba essere proposto a pena di inammissibilità entro trenta (30) giorni dalla data di contestazione o notificazione della violazione.

Consulta gli approfondimenti    

10 AGOSTO 2011

Il Ministero dell'Interno interviene con una nuova circolare in materia di "Autotrasporto" con riferimento alla decisione della commissione Europea 2011 (C) 3579 del 7 giugno 2011. Direttiva per l'uniforme applicazione delle sanzioni di cui all'articolo 174 del Codice della Strada. Leggi la circolare

13 LUGLIO 2011

Il Ministero dell'Interno interviene con circolare (n.300/A/5633/11/101/3/3/9)del 24 giugno 2011 sui seguenti temi:

1) Entrata in vigore della prova pratica per il conseguimento del certificato per l'idoneità alla guida del ciclomotore;

2) Carta di qualificazione dei conducenti titolari di patente comunitaria alle dipendenze di imprese italiane;

3) Condizione per la guida di persone che hanno compiuto gli 80 anni;

4) Calendarizzazione delle operazioni di rilascio dei certificati di circolazione e delle targhe dei ciclomotori;

5) Pagamento in misura ridotta nelle mani dell'accertatore ai sensi dell'articolo 207 3 202, comma 2 bis del C.d.s.;

6) Confisca dei ciclomotori e dei motoveicoli adoperati per commettere reati.

Leggi circolare

13 GIUGNO 2011

Il 1 giugno del 2011 il Ministero dell'Interno interviene sul tema del divieto di vendita e somministrazione di bevande alcoliche ai minori di anni 16. Secondo il Ministero non c'è differenza alcuna tra mettere a disposizione del cliente minore di anni 16 la bevanda alcolica in bar o nel negozio. Il divieto posto dall'articolo 689 del c.p. non è mai stato rimosso dall'ordinamento. Vedi circolare

7 GIUGNO 2011

Le novità del D.L. 13 maggio 2011 n.70 (Decreto sviluppo)

Con il D.L. 13 maggio 2011 n.70 il cosiddetto "decreto sviluppo", pubblicato nella G.U. n.110 del 13 maggio 2011, emanato dal Presidente della Repubblica su proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri e del Ministro della Economia e delle Finanze, sono state promulgate disposizioni finalizzate alla promozione ed allo sviluppo economico e della competitività del nostro Paese nonché misure per il rilancio della economia nelle aree del Sud dell'Italia.

Le novità che riguardano l'attività della P.L. sono quelle contenute nell'articolo 5 sulle costruzioni private, nell'articolo 6 sulle riduzioni e sulle semplificazioni degli adempimenti burocratici, nell'articolo 7, sulla semplificazione fiscale.

COSTRUZIONI PRIVATE

E' stato introdotto il silenzio assenso per il rilascio dei permessi di costruir; sono esclusi i casi in cui vi sono vincoli, ambientali, paesaggistici e culturali.

A tal fine è stato modificato il 3° comma dell'articolo 14 quater della Legge 241 del 1990 sugli effetti del dissenso espresso nella conferenza di servizi, articolo già sostituito dall'articolo 12 della Legge n.340 del 2000.

Nello specifico, mentre prima era previsto che se, nell'ambito della conferenza di servizi, l'intesa non fosse stata raggiunta nei successivi trenta giorni, la deliberazione del Consiglio dei Ministri poteva comunque essere adottata, in vigenza del D.L. in esame il termine diventa perentorio.

 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA'

Gli interventi edilizi precedentemente compiuti con D.I.A. sono ora inquadrati nella segnalazione certificata di inizio attività (SCIA).

 Per questi casi è intervenuta la modifica del primo  comma dell'articolo 19 della Legge 241/1990, nel senso che la SCIA non va ad applicarsi nei casi in cui sussistano vincoli ambientali, paesaggistici o culturali nonché di quelli (ed è questa la novità) previsti dalla normativa sulle costruzioni in zone sismiche. La segnalazione (aggiunge l'articolo 5, comma 2, lettera b) punto 2) del D.L. 70/2011 al I comma dell'articolo 19 della Legge 241/1990) corredata dalle dichiarazioni, attestazioni ed asseverazioni  nonché dei relativi elaborati tecnici, può essere presentata tramite posta raccomandata con avviso di ricevimento ed in tale evenienza la segnalazione medesima si considera presentata al momento della ricezione da parte della amministrazione. Introduce poi l'articolo 5 il comma 6 bis disponendo nei casi di SCIA in materia edilizia che il termine che ha a disposizione la amministrazione competente di adottare motivati provvedimenti di divieto di prosecuzione dell'attività e di rimozione degli eventuali effetti dannosi di essa, quando sia accertata carenza dei requisiti e dei presupposti sia di 30 giorni.

Le disposizioni di cui all'articolo 19 della Legge 241/1990 si interpretano nel senso che le stesse si applicano alle denunce di inizio attività in materia edilizia disciplinate dal D.P.R. 6 giugno 2001  n.380, con esclusione dei casi in cui le denunce stesse, in base alla normativa statale o regionale siano alternative o sostitutive del permesso di costruire. ed altresì che non sostituiscono la disciplina prevista dalle leggi regionali che abbino ampliato l'ambito applicativo delle disposizioni di cui all'articolo 22 comma 3 del D.P.R. 380/2001 nel senso che, nei casi in cui vi sono vincoli la SCIA non sostituisce gli atti di autorizzazione o nulla osta comunque denominati delle amministrazioni preposte alla tutela del vincolo.

OBBLIGO DI COMUNICAZIONE ALLA AUTORITA' LOCALE DI PUBBLICA SICUREZZA

L'obbligo di comunicare la cessione di fabbricati previsto dall'articolo 12 del decreto legge 21 marzo 1978 n.59, convertito con modificazioni, dalle Legge 18 maggio 1978 n.191, all'Autorità locale di Pubblica sicurezza viene assolto con la registrazione dei contratti di compravendita immobiliare avente ad oggetto immobili o comunque diritti immobiliari.

PUBBLICAZIONE DEGLI ALLEGATI TECNICI AGLI STRUMENTI URBANISTICI

I Comuni avranno l'obbligo di pubblicare sul proprio sito istituzionale gli allegati tecnici agli strumenti urbanistici.

RIDUZIONE E SEMPLIFICAZIONE DEGLI ADEMPIMENTI BUROCRATICI

PRIVACY

Modificato l'articolo 6 delle norme sulla privacy.

PUBBLICAZIONE DELL'ELENCO DEGLI ATTI E DOCUMENTI NECESSARI PER OTTENERE PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI

E' stato previsto l'onere per le P.A. di pubblicare, sul proprio sito istituzionale, l'elenco degli atti e dei documenti necessari per ottenere provvedimenti amministrativi. La P.A. potrà chiedere altri documenti solo se strettamente necessari. Obbligo da adempiere entro 90 giorni dalla entrata in vigore del decreto.

Diversamente la P.A. procedente non potrà:

1) respingere una istanza adducendo la mancata produzione di un atto o documento;

2) dovrà invitare l'istante a regolarizzare la documentazione in un tempo congruo.

Qualora sia emesso un provvedimento di diniego esso dovrà considerarsi nullo.

E' altresì utile sottolineare che il mancato adempimento di pubblicazione sarà valutato ai fini della attribuzione di risultato ai dirigenti.

Per quanto riguarda i procedimenti di cui all'articolo 19 della Legge 241/1990 in caso di mancato adempimento l'istante potrà iniziare l'attività e che l'amministrazione non potrà adottare i provvedimenti di divieto di prosecuzione e rimozione degli effetti prima della scadenza del termine fissato dalla stessa P.A. per la regolarizzazione della documentazione.

TRASPORTI ECCEZIONALI

L'autorizzazione prevista per ciascun trasporto eccezionale su gomma, limitatamente ai trasporti della medesima tipologia ripetuti nel tempo viene sostituita da una autorizzazione periodica da rilasciarsi con modalità semplificata. Né è conseguenza l'aggiunta dopo il comma 9 dell'articolo 10 del C.D.S. del comma 9 bis il qaule prevede che entro 60 giorni dalla data di entrata in vigore del decreto sviluppo, il Governo modifica il regolamento di esecuzione e di attuazione del Codice della Strada.

 

   

A tal fine è stato modificato il 3 comma dell'articolo 

 

23 MAGGIO 2011

Il Ministero dell'Interno ha chiarito con circolare del 29 aprile 2011 n.300/A/3971/11/109/16  che la presentazione del ricorso avverso il verbale di contestazione costituisce un giustificato e documentato motivo di omissione delle generalità del conducente al momento della commissione della violazione. Vedi nota

5 MAGGIO 2011

Il Procuratore Generale della Repubblica di Venezia ha diramato in data 2 maggio una direttiva indirizzata a tutti i Procuratori della Repubblica del Veneto in riferimento alla Sentenza 28/04/2011 della Corte di Giustizia Europea che ha abrogato i commi 5 ter e quater del Decreto Legislativo 25 luglio 1998 n.288. Di fatto non sarà più possibile arrestare lo straniero che illegittimamente si trattiene sul territorio nazionale nonostante l'ordine di espulsione né sarà possibile inoltrare notizia di reato per tale fattispecie. Vedi nota

15 APRILE 2011

La Prefettura di Vicenza interviene nuovamente su indicazione del Ministero dell'Interno sul tema della dotazione delle "mazzette di segnalazione" da parte della Polizia Locale. In buona sostanza, poiché il D.M. 4 marzo 1987 n.145 ha elencato tassativamente la tipologia ed il numero delle armi in dotazione alla Polizia Municipale, e tra tali armi non vi sono ricomprese le mazzette di segnalazione né gli spray irritanti, non è possibile il porto di essi a meno che non intervenga la modifica del D.M. sopra citato ed essendo la materia di competenza esclusiva delle legge statale, in virtù dell'articolo 117 della Costituzione. Vedi la circolare

12 APRILE 2011

La Corte Costituzionale dichiara la illegittimità dell'articolo 54 comma 4 del Decreto Legislativo 18 agosto 2000 n. 267 nella parte in cui comprende la locuzione "anche" e "contingibili ed urgenti". Vedi testo della Sentenza

31 MARZO 2011

Il Ministero dei trasporti interviene con due circolari, l'una che riordina i corsi per il conseguimento della idoneità alla guida del ciclomotore. Vedi documento e l'altra in cui disciplina il rilascio del rilascio del certificato per le esercitazioni alla guida del ciclomotore. Vedi documento 

24 MARZO 2011

Interessante parere del Ministero dell'Interno circa il conferimento delle funzioni di pubblica sicurezza per gli appartenenti alla Polizia Locale. In sostanza il Ministero afferma che non è necessaria l'adozione del decreto e l'attribuzione di una nuova qualifica in caso di mobilità di un appartenente alla Polizia Locale presso un altro ente poiché, una volta fatta, l'attribuzione della qualifica accede allo status del soggetto. Consulta parere

23 MARZO 2011

Ecco l'elenco delle auto fino a 70kw che possono essere guidate dai neo patentati. Vedi elenco

14 MARZO 2011

Interessante nota di risposta a quesito da parte della Prefettura di Venezia circa la necessità o meno del decreto prefettizio per l'installazione delle postazioni di rilevamento delle violazioni relative all'attraversamento delle intersezioni con semaforo rosso. Vedi circolare

10 MARZO 2011

Circolare del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti del 28 gennaio 2011 avente ad oggetto la predisposizione delle ordinanze di regolamentazione della circolazione stradale. Molto interessante dal punto di vista dei contenuti delle ordinanze secondo il Ministero. Vedi testo della circolare

17 FEBBRAIO 2011

Interessante sentenza nella quale si afferma che non è possibile che il condomino chiami il carro attrezzi per rimuovere un veicolo in sosta nello spazio non assegnato all'interno condominio. Vedi

17 FEBBRAIO 2011

Ennesima sentenza sul disturbo causato dai cani. Vedi documento

29 DICEMBRE 2010

Circolare del 29 dicembre 2010 su ulteriori applicazioni delle modifiche apportate con la Legge 120 del 2010. In particolare per la procedura per l'applicazione dell'articolo 80, relativamente alle distanze minime degli apparecchi di misura dai cartelli stradali, ai limiti di età per la guida di alcuni veicoli commerciali, disposizioni per titolari patenti categoria C-C+E e D-D+E, condizioni per la guida di persone che hanno compiuto 80 anni. Consulta il documento e gli allegati 1 e 2.

29 DICEMBRE 2010

Decreto del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti n.984 del 14.12.2010 avente ad oggetto limitazioni alla circolazione fuori dai centri abitati per i veicoli adibiti al trasporto di cose aventi massa complessiva autorizzata superiore ai 75 quintali. Vedi decreto

29 DICEMBRE 2010

Ancora da Prefettura di Treviso su articolo 80. Consulta documento

22 NOVEMBRE 2010

Circolare del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti del 12 novembre 2010 avente ad oggetto interventi in materia di revisione. Condivide la necessità di autorizzare il conducente sprovvisto di revisione regolare a proseguire il viaggio fino al luogo di custodia. Consulta allegato

22 OTTOBRE 2010

Pubblicato decreto in materia di gestione del punteggio sulla carta di qualificazione del conducente e del certificato di abilitazione professionale tipo kb, derivante dalle modifiche dell'articolo 126 bis. Consulta decreto

22 OTTOBRE 2010

Pubblicato decreto del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: nuove disposizioni  in materia di rilascio  della carta di qualificazione del conducente.. Consulta decreto

20 OTTOBRE 2010

Principali novità in materia di autotrasporto introdotte con la Legge 20 luglio 2010 n.120. Schema riassuntivo. Consulta documento

18 AGOSTO 2010

Nota con nuove disposizioni operative in relazione alle norme dei titoli I, II, III, IV e V del Codice della Strada. Prontuario delle violazioni e commento. Consulta allegato

16 AGOSTO 2010

Circolare correttiva in materia di articolo 80 del Ministero dell'Interno. Consulta allegato

12 AGOSTO 2010

Ecco la circolare che chiarisce le novità che entreranno in vigore il 13 agosto. Consulta la circolare, l'allegato 1 e l'allegato 2.

5 AGOSTO 2010

L'articolo 48 bis introdotto dalla Legge n.122 del 30 luglio 2010, che ha convertito con modificazioni il Decreto Legge n.78 del 31 maggio 2010 (manovra economica) il contribuito unificato sale da 30 a 33 euro per le sanzioni fino a 1.100 euro e da 70 a 77 euro per le sanzioni oltre 1.100 euro

2 AGOSTO 2010

Puntuale la circolare ministeriale. Consulta testo

2 AGOSTO 2010

LEGGE 29 LUGLIO 2010. DISPOSIZIONI IN MATERIA DI SICUREZZA STRADALE.

Nota informativa del 2 agosto 2010 su articoli già in vigore. Consulta allegato

28 APRILE 2010: INFORMAZIONI PER LA GESTIONE DELLA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA

Interessante circolare della Presidenza del Consiglio dei Ministri sull'utilizzo, l'uso e la gestione della posta elettronica certificata da parte della Pubblica Amministrazione. Vedi documento

18 GENNAIO 2010: LE NOVITA' DEL DECRETO MILLE PROROGHE CHE RIGUARDANO IL SETTORE DELLA POLIZIA MUNICIPALE

Neopatentati (articolo 5, comma 2). Prorogato di un altro anno il divieto di guida di veicoli con potenza superiore ai 50 kw/t ai neopatentati.

Noleggio con conducente (articolo 5 comma 3). Proroga al 31 marzo 2010 dell'entrata in vigore della legge quadro sul trasporto di persone con autoservizi pubblici di linea

Pubblicità atti Pubblica amministrazione (articolo 2, comma 5). Prorogato al 1° luglio 2010 il termine per far partire definitivamente la pubblicità legale degli atti pubblici in via informatica (il cosiddetto albo pretorio virtuale).

Servizi in wi-fi (articolo 3, comma 4). Slitta al 31 dicembre 2010 il termine a decorrere dalla quale non è più consentito l'accesso ai servizi erogati in rete dalle pubbliche amministrazioni con strumenti diversi dalla carta d'identità elettronica e dalla carta nazionale dei servizi. La proroga è necessaria per evitare una disparità di trattamento tra i cittadini possessori dì carta d'identità elettronica o di carta nazionale dei servizi e quelli in possesso di strumenti diversi, che, allo stato, consentono l'accesso ai servizi erogati dalle pubbliche amministrazioni.

Esercizi pubblici di telefonia e internet (articolo 3, comma 1). Slitta al 31 dicembre 2010, il termine per ottenere la licenza del questore necessaria per aprire un internet point.

Carta d'identità (articolo 3, comma 3). Proroga al 1° gennaio 2011 per l'inserimento delle impronte digitali nel documento in formato cartaceo.

Concorsi (articolo 2, comma 8). Prorogata al 31 dicembre 2010, la validità delle graduatorie delle amministrazioni pubbliche soggette a limitazioni delle assunzioni.

Debiti della Pubblica amministrazione (articolo 1, comma 16). Viene estesa, anche, al 2010, la possibilità di procedere a certificazione agevolata dei crediti dovuti da regioni ed enti locali per somministrazioni, forniture e appalti.

Apparecchi elettrici ed elettronici (articolo 9, comma 2). Slitta al 31 dicembre 2010 l'entrata in vigore nel nuovo sistema di responsabilità dei produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche.

In attesa, poi, della definizione del nuovo federalismo demaniale, il provvedimento proroga a tutto il 2015 le concessioni con finalità turistico ricreative (stabilimenti balneari, in testa).

 

1 GENNAIO 2010

La legge finanziaria per il 2010 ha modificato il testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di spese di giustizia D.P.R. 30 maggio 2002 n.115 ed ha stabilito un contributo unificato di euro 30 per la presentazione del ricorso al Giudice di Pace avverso le sanzioni amministrative.

Consulta il testo degli articoli modificati.

Dal gennaio del 2010 è obbligatorio il versamento del contributo unificato per i ricorsi al Giudice di Pace avverso le sanzioni amministrative. Pubblichiamo il modulo da compilare. Nello spazio contrassegnato dalla nota 4 è necessario attaccare l'attestazione del pagamento del diritto. Inoltre va aggiunta una marca da bollo di euro 8 nello stampato. Vedi modulo

7 LUGLIO 2009

DEFINITIVAMENTE APPROVATO ED IN ATTESA DI PUBBLICAZIONE IL PACCHETTO SICUREZZA 2009. ATTESA LA PUBBLICAZIONE IN G.U.

LEGGE 15 LUGLIO 2009 N.94 PUBBLICATA NELLA G.U. DEL 24 LUGLIO 2009. IN VIGORE DAL 8 AGOSTO 2009. 

PRINCIPALI NOVITA' INTRODOTTE

IMMIGRAZIONE CLANDESTINA
 

1)  Introduzione del reato di ingresso e permanenza illegale nel territorio dello Stato.
2) Il periodo di trattenimento nei Centri di identificazione ed espulsione è di massimo 180 giorni.
3) Maggiori sanzioni per il reato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.
 

CITTADINANZA
 

1) La cittadinanza italiana per matrimonio potrà essere richiesta dopo due anni di residenza.VIGO
2) Per l’elezione, l’acquisto, il riacquisto, la rinuncia o la concessione della cittadinanza italiana sarà necessario versare un contributo di 200 euro.
 

PERMESSO DI SOGGIORNO
 

1) Gli stranieri che faranno richiesta di rilascio del permesso di soggiorno dovranno sottoscrivere, contestualmente, un Accordo di Integrazione.
2) Per la richiesta di rilascio e di rinnovo del permesso di soggiorno sarà necessario versare un contributo compreso tra gli 80 ed i 200 euro.
3) Per il rilascio del permesso di soggiorno CE di lungo periodo è introdotto un test di lingua italiana.
4) Gli stranieri residenti in Italia che intendono sposarsi, dovranno presentare un documento di regolarità del soggiorno.
5) Incentivi all’occupazione qualificata
6) Gli stranieri che hanno conseguito in Italia un dottorato o un master di secondo livello, possono convertire il permesso di soggiorno per studio in permesso di lavoro; possono, inoltre, ottenere un permesso di soggiorno per ricerca di lavoro della durata di 12 mesi.
7) Semplificazione delle procedure di ingresso per lavoro per alcune categorie di lavoratori particolarmente qualificate.
 

CONDIZIONI DI VITA
 

1) In caso di richiesta di iscrizione, variazione anagrafica ovvero in caso di ricongiungimento familiare è possibile, da parte degli uffici comunali competenti, la verifica delle condizioni igienico sanitarie dell’immobile.



CRIMINALITA’ ORGANIZZATA

COLPIRE LA MAFIA NEGLI INTERESSI ECONOMICI
 

1) Il procedimento di assegnazione dei beni confiscati alla mafia sarà più snello: saranno i Prefetti della Provincia in cui si trova il bene confiscato a decidere della destinazione (fermo restando la competenza gestionale dell’Agenzia del demanio).
2) Sono previste agevolazioni per le aziende e le società sequestrate alla mafia.
3) Nuove sanzioni interdittive e pecuniarie a carico degli enti in relazione alla commissione di delitti di criminalità organizzata.
4) Istituzione dell’Albo nazionale degli amministratori giudiziari.
 

CONTRASTO AL RACKET
 

1) Gli imprenditori che non denunciano l’estorsione subita – salvo lo stato di necessità o la legittima difesa – saranno esclusi dagli appalti pubblici.
 

MAGGIORE RIGORE


1) Nei casi di scioglimento per infiltrazione mafiosa dei consigli comunali e provinciali è prevista l’incandidabilità per gli amministratori responsabili della causa di scioglimento e la responsabilità anche per i dipendenti collusi.
2) Il regime del carcere speciale è reso più duro e potrà essere richiesto anche dal Ministro dell’Interno. Per chi agevola la comunicazione all’esterno dei soggetti sottoposti al “41 bis”, inoltre, è introdotta una nuova fattispecie di reato.
 

CONTRASTO AL TERRORISMO
 

1) È possibile sospendere, cautelativamente, le attività oppure sciogliere le associazioni che possono favorire la commissione di reati di terrorismo.

 

CRIMINALITA’ DIFFUSA
 

PRESIDIO DEL TERRITORIO


1) I sindaci possono avvalersi di associazioni di cittadini non armati per il presidio del territorio. Le cosìddette ronde, dovranno essere iscritte in un apposito elenco e regolamentate con decreto ministeriale.


TUTELA DELLE FASCE PIU' DEBOLI
 

1) Sono previste pene più severe per chi commette un reato con il supporto di minori o disabili o approfittando dell’età della vittima.

2) Aumenta fino a un terzo la pena prevista per chi commette delitti contro la persona in danno di minori o nelle vicinanze delle scuole e da un terzo alla metà per chi commette atti osceni in luoghi frequentati abitualmente da minori.
3) Per chi commette violenza sessuale all’interno o nelle immediate vicinanze della scuola frequentata dalla vittima è prevista la reclusione da 6 a 12 anni.
4) Pene più severe per tutti i delitti compiuti contro il patrimonio nei confronti di persone portatrici di handicap.
5) Chi sfrutta i minori nell’accattonaggio è punito con la reclusione fino a 3 anni.
6) Vengono inasprite le pene per il sequestro di minori. È introdotto il reato di sottrazione e trattenimento di minore all’estero, punito con reclusione da 1 a 4 anni (se il minore è
quattordicenne la reclusione va da 6 mesi a 3 anni). Se il colpevole è lo stesso genitore viene inoltre sospesa la potestà genitoriale.
7) È istituito il registro nazionale dei “senza fissa dimora”.
8) Sono introdotte nuove aggravanti per il delitto di mutilazioni genitali femminili.
 

TUTELA DEL DOMICILIO
 

1) La violazione di domicilio è punita con un minimo di 6 mesi di reclusione. Sono inoltre introdotte nuove ipotesi di arresto in flagranza per violazione di domicilio, furto aggravato dal solo possesso di armi, furto commesso da più persone simulando di essere un pubblico ufficiale.
 

ALTRE MISURE DI CONTRASTO
 

1) Sono aggravate le pene previste per il furto e per la rapina commessi sui mezzi di trasporto e nei confronti di chi abbia appena prelevato agli sportelli bancomat.
2) È modificata la disciplina delle aggravanti per il porto illegale di armi: aumento di pena da un terzo alla metà se il porto illegale è compiuto nelle vicinanze di scuole, banche, uffici postali, sportelli bancomat, giardini pubblici, stazioni ferroviarie, fermate metro e autobus. Nelle medesime circostanze è raddoppiata la pena per chi porta fuori dalla propria abitazione oggetti atti ad offendere.
3) È previsto un regolamento per chiarire la disciplina sulla vendita e l’uso degli strumenti di autodifesa (es: spray al peperoncino).
4) È reintrodotto il reato di oltraggio a pubblico ufficiale, punito con la reclusione fino a 3 anni.

 

SICUREZZA STRADALE
 

LA LINEA DURA


1) Raddoppiata la sospensione della patente di guida, per chi guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di stupefacenti, se il veicolo appartiene a persona estranea.
2) In caso di circolazione con documenti assicurativi falsi o contraffatti il veicolo sarà confiscato.
3) Le persone condannate per spaccio oppure segnalati al Prefetto per uso personale di sostanze stupefacenti, non potranno conseguire la patente o altri titoli abilitativi per tre anni.
 

MAGGIORI RISORSE
 

1) Grazie all’aumento di un terzo delle sanzioni per le violazioni commesse nella fascia oraria dalle 2.00 alle 7.00 aumentano le risorse destinate al Fondo per l’incidentalità notturna, che potranno essere utilizzate per l’acquisto di mezzi, materiali, attrezzature e per campagne di sensibilizzazione.
 

DECORO URBANO
 

1) In caso di occupazione abusiva di suolo pubblico, i Sindaci ed i Prefetti possono disporre l’immediato ripristino dei luoghi a spese di chi occupa; in caso di occupazione per fini commerciali, è prevista la chiusura dell’esercizio per almeno 5 giorni.
2) Sanzioni più severe per i cosiddetti graffitari. In caso di danneggiamento aggravato, la pena potrà essere sospesa solo se il danno è riparato.
3) Chi imbratta i beni immobili, gli autobus e tutti gli altri mezzi di trasporto è punito con la reclusione da 1 a 6 mesi e una multa da 300 a 1000 euro. È prevista, invece, una sanzione amministrativa (fino a 1000 euro) per chi vende bombolette spray, con vernici non biodegradabili, a minori di diciotto anni.
4) I comuni possono applicare una sanzione, di almeno 500 euro, a coloro che sporcano le strade.
5) Chi getta rifiuti dai veicoli in movimento è punito con una sanzione da 500 a 1000 euro.

 

CIRCOLARI E PROVVEDIMENTI

 

Scarica il testo del provvedimento sulla sicurezza

Scarica il testo della circolare del Ministro dell'Interno del 7 agosto 2009 (n.557/LEG/240520.09/3^P)

Scarica il Decreto del Ministro dell'Interno di attuazione dell'articolo 3 comma 43 della Legge 15 luglio 2009 n.94.  

Nota della Prefettura di Treviso circa le modalità di formulazione e contenuto delle istanze di iscrizione nell'elenco prefettizio delle associazioni di cittadini non armati per la segnalazione ai competenti organi di polizia di eventi che possono arrecare danno alla sicurezza urbana ovvero situazioni di disagio sociale. Scarica il testo

Consulta la nota del 18 settembre 2009 del Procuratore della Repubblica di Treviso Dottor Fojadelli sul reato di cui all'articolo 10 bis del Decreto Legislativo 286/1998 introdotto dalla Legge 15 luglio 2009 n.94. Consulta

 

MODULISTICA VARIA PER IL PERSONALE DELLA POLIZIA LOCALE DEL CONSORZIO ALTO VICENTINO

QUESTA SEZIONE E' DEDICATA ALLA MODULISTICA OPERATIVA PER IL PERSONALE DELLA POLIZIA LOCALE

Modulo per censimento nomadi. Scarica stampato

Modulo per rilevamento dei vigili di quartiere. Scarica stampato


Copyright © 2014  -  Andrea Camata 
                 Info@plnews.it info@plnews.it