>> POLIZIA LOCALE <<

 IL 'PORTALE' DELLA POLIZIA LOCALE...
 
CODICE DELLA STRADA
S
POLIZIA GIUDIZIARIA
S
L. 689/1981
S
AMBIENTE
S
EDILIZIA
S
STRANIERI
S
PROVVEDIMENTI
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S

CONTATTI

S

HOME PAGE

 IN PRIMO PIANO

 

IN PRIMO PIANO

28 LUGLIO 2014

                                                                                Nota dell'autore

IN QUESTA PAGINA RIPORTIAMO LE ULTIME NOVITA' NELLE MATERIE DI INTERESSE DELLA POLIZIA LOCALE E DEGLI OPERATORI DEL DIRITTO IN GENERE.

Dove eravamo rimasti?

NUOVI CONTRIBUTI UNIFICATI LUGLIO 2014

Con  il decreto legge 24 giugno 2014, n. 90, recante “Misure urgenti per la semplificazione e la trasparenza amministrativa e per l’efficienza degli uffici giudiziari”, pubblicata in G.U. Serie Generale n. 144 del 24 giugno 2014, con effetto dal giorno successivo, ha di nuovo disposto l’aumento del contributo unificato mediamente di circa il 15%.

Consulta la tabella con gli approfondimenti.

17 GIUGNO 2014

Il Ministero dei Trasporti interviene con un circolare nella quale chiarisce i requisiti di età per il conseguimento delle patenti di guida  e dei cqc. Vedi circolare

10 GENNAIO 2013

Aggiornamento biennale delle sanzioni secondo il disposto dell'articolo 195 del Codice della Strada. Vedi gli importi aggiornati

28 GIUGNO 2012

La Prefettura U. T. G. di Vicenza fa pervenire la Circolare 300/A/3670/12/101/3/3/9 del 14 maggio 2012 avente ad oggetto: modifiche all'articolo 115 del Codice della Strada in materia di guida accompagnata. Vedi circolare

28 GIUGNO 2012

La Prefettura U. T. G. di Vicenza fa pervenire la Circolare 300/A/3634/12/116/1/1 del 11 maggio 2012 avente ad oggetto il Provvedimento del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti di concerto con il Ministero dell'Interno - Modifiche al disciplinare per le scorte tecniche alle competizioni ciclistiche su strada, approvato con provvedimento in data 27 novembre 2002 e successive modificazioni. Vedi circolare

4 GIUGNO 2012

Modello di preavviso per manifestazione pubblica. Vedi modello

4 GIUGNO 2012

Il Ministero dell'Interno si pronuncia con una circolare del 14 maggio 2012 sul tema "Disciplina delle esercitazioni di guida in autostrade, su strade extraurbane ed in condizione di visione notturna, del minore autorizzato e dell'aspirante al conseguimento della patente di categoria B". Leggi la circolare

27 FEBBRAIO 2012

Il Ministero dell'Interno, Dipartimento della Pubblica Sicurezza ha fatto pervenire la circolare n.300/A/580/12/101/21/4 avente ad oggetto la circolazione con veicolo sottoposto a sequestro o fermo amministrativo e violazione dell'articolo 334 del C.P. Vedi circolare

24 NOVEMBRE 2011

Sull'obbligo delle catene a bordo.

Solo i pneumatici M+S o 4 chiodati possono sostituire l'obbligo delle catene a bordo. Non è sufficiente avere la vettura a trazione integrale, solo i pneumatici invernali (contraddistinti con marcatura M&S, MS, M-S e M+S) sono equivalenti alle catene omologate e soddisfano dunque l'obbligo di legge. L'unica indicazione con valenza giuridica è quella indicata. La marchiatura americana con fiocco di neve o "snowflake" non è sufficiente. Per i pneumatici invernali M+S la normativa europea da la possibilità di utilizzare a parità di misura, un codice di velocità inferiore a quella omologata sul libretto di circolazione ma in questo caso è obbligatorio apporre in vettura un apposito adesivo di avvertimento che ricordi che stiamo guidando con questo tipo di pneumatico.  

1 OTTOBRE 2011

Viene modificato il rito applicabile ai ricorsi avverso i verbale del Codice della Strada ed alle ordinanze ingiunzioni con  Decreto Legislativo 1 settembre 2011 n.150 che ha come oggetto: “Disposizioni complementari al Codice di Procedura Civile in materia di riduzione e semplificazione dei procedimenti civili di cognizione, ai sensi dell’articolo 54 della Legge 18 giugno 2009 n.69”.

Con tale provvedimento sono state introdotte molte modifiche al Codice di Procedura Civile, nell’ottica di una “mai raggiunta” semplificazione e celerità dei riti civili.

Le controversie, previste dall’articolo 22 della Legge 24 novembre 1981 n.689, in materia di opposizione alle ordinanze ingiunzione e le controversie in materia di opposizione ai verbali di accertamento del Codice della Strada (articolo 204 bis), a partire 6 ottobre 2011, verranno trattate dai Giudici di Pace con le modalità previste dal rito del lavoro.

Gli articoli 6 e 7 del Decreto Legislativo prevedono che il ricorso al Giudice di Pace, sia avverso le ordinanze ingiunzioni sia avverso i verbali del Codice della Strada debba essere proposto a pena di inammissibilità entro trenta (30) giorni dalla data di contestazione o notificazione della violazione.

 

13 GIUGNO 2011

Il 1 giugno del 2011 il Ministero dell'Interno interviene sul tema del divieto di vendita e somministrazione di bevande alcoliche ai minori di anni 16. Secondo il Ministero non c'è differenza alcuna tra mettere a disposizione del cliente minore di anni 16 la bevanda alcolica in bar o nel negozio. Il divieto posto dall'articolo 689 del c.p. non è mai stato rimosso dall'ordinamento. Vedi circolare


OBBLIGO DI COMUNICAZIONE ALLA AUTORITA' LOCALE DI PUBBLICA SICUREZZA

L'obbligo di comunicare la cessione di fabbricati previsto dall'articolo 12 del decreto legge 21 marzo 1978 n.59, convertito con modificazioni, dalle Legge 18 maggio 1978 n.191, all'Autorità locale di Pubblica sicurezza viene assolto con la registrazione dei contratti di compravendita immobiliare avente ad oggetto immobili o comunque diritti immobiliari.

RIDUZIONE E SEMPLIFICAZIONE DEGLI ADEMPIMENTI BUROCRATICI

PRIVACY

Modificato l'articolo 6 delle norme sulla privacy.

PUBBLICAZIONE DELL'ELENCO DEGLI ATTI E DOCUMENTI NECESSARI PER OTTENERE PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI

E' stato previsto l'onere per le P.A. di pubblicare, sul proprio sito istituzionale, l'elenco degli atti e dei documenti necessari per ottenere provvedimenti amministrativi. La P.A. potrà chiedere altri documenti solo se strettamente necessari. Obbligo da adempiere entro 90 giorni dalla entrata in vigore del decreto.

Diversamente la P.A. procedente non potrà:

1) respingere una istanza adducendo la mancata produzione di un atto o documento;

2) dovrà invitare l'istante a regolarizzare la documentazione in un tempo congruo.

Qualora sia emesso un provvedimento di diniego esso dovrà considerarsi nullo.

E' altresì utile sottolineare che il mancato adempimento di pubblicazione sarà valutato ai fini della attribuzione di risultato ai dirigenti.

Per quanto riguarda i procedimenti di cui all'articolo 19 della Legge 241/1990 in caso di mancato adempimento l'istante potrà iniziare l'attività e che l'amministrazione non potrà adottare i provvedimenti di divieto di prosecuzione e rimozione degli effetti prima della scadenza del termine fissato dalla stessa P.A. per la regolarizzazione della documentazione.

TRASPORTI ECCEZIONALI

L'autorizzazione prevista per ciascun trasporto eccezionale su gomma, limitatamente ai trasporti della medesima tipologia ripetuti nel tempo viene sostituita da una autorizzazione periodica da rilasciarsi con modalità semplificata. Né è conseguenza l'aggiunta dopo il comma 9 dell'articolo 10 del C.D.S. del comma 9 bis il qaule prevede che entro 60 giorni dalla data di entrata in vigore del decreto sviluppo, il Governo modifica il regolamento di esecuzione e di attuazione del Codice della Strada. A tal fine è stato modificato il 3 comma dell'articolo 

 5 MAGGIO 2011

Il Procuratore Generale della Repubblica di Venezia ha diramato in data 2 maggio una direttiva indirizzata a tutti i Procuratori della Repubblica del Veneto in riferimento alla Sentenza 28/04/2011 della Corte di Giustizia Europea che ha abrogato i commi 5 ter e quater del Decreto Legislativo 25 luglio 1998 n.288. Di fatto non sarà più possibile arrestare lo straniero che illegittimamente si trattiene sul territorio nazionale nonostante l'ordine di espulsione né sarà possibile inoltrare notizia di reato per tale fattispecie. Vedi nota

15 APRILE 2011

La Prefettura di Vicenza interviene nuovamente su indicazione del Ministero dell'Interno sul tema della dotazione delle "mazzette di segnalazione" da parte della Polizia Locale. In buona sostanza, poiché il D.M. 4 marzo 1987 n.145 ha elencato tassativamente la tipologia ed il numero delle armi in dotazione alla Polizia Municipale, e tra tali armi non vi sono ricomprese le mazzette di segnalazione né gli spray irritanti, non è possibile il porto di essi a meno che non intervenga la modifica del D.M. sopra citato ed essendo la materia di competenza esclusiva delle legge statale, in virtù dell'articolo 117 della Costituzione. Vedi la circolare

12 APRILE 2011

La Corte Costituzionale dichiara la illegittimità dell'articolo 54 comma 4 del Decreto Legislativo 18 agosto 2000 n. 267 nella parte in cui comprende la locuzione "anche" e "contingibili ed urgenti". Vedi testo della Sentenza

23 MARZO 2011

Ecco l'elenco delle auto fino a 70kw che possono essere guidate dai neo patentati. Vedi elenco

14 MARZO 2011

Interessante nota di risposta a quesito da parte della Prefettura di Venezia circa la necessità o meno del decreto prefettizio per l'installazione delle postazioni di rilevamento delle violazioni relative all'attraversamento delle intersezioni con semaforo rosso. Vedi circolare

10 MARZO 2011

Circolare del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti del 28 gennaio 2011 avente ad oggetto la predisposizione delle ordinanze di regolamentazione della circolazione stradale. Molto interessante dal punto di vista dei contenuti delle ordinanze secondo il Ministero. Vedi testo della circolare

20 OTTOBRE 2010

Principali novità in materia di autotrasporto introdotte con la Legge 20 luglio 2010 n.120. Schema riassuntivo. Consulta documento


12 AGOSTO 2010

Ecco la circolare che chiarisce le novità che entreranno in vigore il 13 agosto. Consulta la circolare, l'allegato 1 e l'allegato 2.

28 APRILE 2010: INFORMAZIONI PER LA GESTIONE DELLA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA

Interessante circolare della Presidenza del Consiglio dei Ministri sull'utilizzo, l'uso e la gestione della posta elettronica certificata da parte della Pubblica Amministrazione. Vedi documento

18 GENNAIO 2010: LE NOVITA' DEL DECRETO MILLE PROROGHE CHE RIGUARDANO IL SETTORE DELLA POLIZIA MUNICIPALE

Neopatentati (articolo 5, comma 2). Prorogato di un altro anno il divieto di guida di veicoli con potenza superiore ai 50 kw/t ai neopatentati.

Noleggio con conducente (articolo 5 comma 3). Proroga al 31 marzo 2010 dell'entrata in vigore della legge quadro sul trasporto di persone con autoservizi pubblici di linea

Pubblicità atti Pubblica amministrazione (articolo 2, comma 5). Prorogato al 1° luglio 2010 il termine per far partire definitivamente la pubblicità legale degli atti pubblici in via informatica (il cosiddetto albo pretorio virtuale).

Servizi in wi-fi (articolo 3, comma 4). Slitta al 31 dicembre 2010 il termine a decorrere dalla quale non è più consentito l'accesso ai servizi erogati in rete dalle pubbliche amministrazioni con strumenti diversi dalla carta d'identità elettronica e dalla carta nazionale dei servizi. La proroga è necessaria per evitare una disparità di trattamento tra i cittadini possessori dì carta d'identità elettronica o di carta nazionale dei servizi e quelli in possesso di strumenti diversi, che, allo stato, consentono l'accesso ai servizi erogati dalle pubbliche amministrazioni.

Esercizi pubblici di telefonia e internet (articolo 3, comma 1). Slitta al 31 dicembre 2010, il termine per ottenere la licenza del questore necessaria per aprire un internet point.

Carta d'identità (articolo 3, comma 3). Proroga al 1° gennaio 2011 per l'inserimento delle impronte digitali nel documento in formato cartaceo.

Concorsi (articolo 2, comma 8). Prorogata al 31 dicembre 2010, la validità delle graduatorie delle amministrazioni pubbliche soggette a limitazioni delle assunzioni.

Debiti della Pubblica amministrazione (articolo 1, comma 16). Viene estesa, anche, al 2010, la possibilità di procedere a certificazione agevolata dei crediti dovuti da regioni ed enti locali per somministrazioni, forniture e appalti.

Apparecchi elettrici ed elettronici (articolo 9, comma 2). Slitta al 31 dicembre 2010 l'entrata in vigore nel nuovo sistema di responsabilità dei produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche.

In attesa, poi, della definizione del nuovo federalismo demaniale, il provvedimento proroga a tutto il 2015 le concessioni con finalità turistico ricreative (stabilimenti balneari, in testa).

 

7 LUGLIO 2009

DEFINITIVAMENTE APPROVATO ED IN ATTESA DI PUBBLICAZIONE IL PACCHETTO SICUREZZA 2009. ATTESA LA PUBBLICAZIONE IN G.U.

LEGGE 15 LUGLIO 2009 N.94 PUBBLICATA NELLA G.U. DEL 24 LUGLIO 2009. IN VIGORE DAL 8 AGOSTO 2009. 

PRINCIPALI NOVITA' INTRODOTTE

IMMIGRAZIONE CLANDESTINA
 

1)  Introduzione del reato di ingresso e permanenza illegale nel territorio dello Stato. (abrogato nel 2014)
2) Il periodo di trattenimento nei Centri di identificazione ed espulsione è di massimo 180 giorni.
3) Maggiori sanzioni per il reato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.
 

CITTADINANZA
 

1) La cittadinanza italiana per matrimonio potrà essere richiesta dopo due anni di residenza.VIGO
2) Per l’elezione, l’acquisto, il riacquisto, la rinuncia o la concessione della cittadinanza italiana sarà necessario versare un contributo di 200 euro.
 

PERMESSO DI SOGGIORNO
 

1) Gli stranieri che faranno richiesta di rilascio del permesso di soggiorno dovranno sottoscrivere, contestualmente, un Accordo di Integrazione.
2) Per la richiesta di rilascio e di rinnovo del permesso di soggiorno sarà necessario versare un contributo compreso tra gli 80 ed i 200 euro.
3) Per il rilascio del permesso di soggiorno CE di lungo periodo è introdotto un test di lingua italiana.
4) Gli stranieri residenti in Italia che intendono sposarsi, dovranno presentare un documento di regolarità del soggiorno.
5) Incentivi all’occupazione qualificata
6) Gli stranieri che hanno conseguito in Italia un dottorato o un master di secondo livello, possono convertire il permesso di soggiorno per studio in permesso di lavoro; possono, inoltre, ottenere un permesso di soggiorno per ricerca di lavoro della durata di 12 mesi.
7) Semplificazione delle procedure di ingresso per lavoro per alcune categorie di lavoratori particolarmente qualificate.
 

CONDIZIONI DI VITA
 

1) In caso di richiesta di iscrizione, variazione anagrafica ovvero in caso di ricongiungimento familiare è possibile, da parte degli uffici comunali competenti, la verifica delle condizioni igienico sanitarie dell’immobile.



CRIMINALITA’ ORGANIZZATA

COLPIRE LA MAFIA NEGLI INTERESSI ECONOMICI
 

1) Il procedimento di assegnazione dei beni confiscati alla mafia sarà più snello: saranno i Prefetti della Provincia in cui si trova il bene confiscato a decidere della destinazione (fermo restando la competenza gestionale dell’Agenzia del demanio).
2) Sono previste agevolazioni per le aziende e le società sequestrate alla mafia.
3) Nuove sanzioni interdittive e pecuniarie a carico degli enti in relazione alla commissione di delitti di criminalità organizzata.
4) Istituzione dell’Albo nazionale degli amministratori giudiziari.
 

CONTRASTO AL RACKET
 

1) Gli imprenditori che non denunciano l’estorsione subita – salvo lo stato di necessità o la legittima difesa – saranno esclusi dagli appalti pubblici.
 

MAGGIORE RIGORE


1) Nei casi di scioglimento per infiltrazione mafiosa dei consigli comunali e provinciali è prevista l’incandidabilità per gli amministratori responsabili della causa di scioglimento e la responsabilità anche per i dipendenti collusi.
2) Il regime del carcere speciale è reso più duro e potrà essere richiesto anche dal Ministro dell’Interno. Per chi agevola la comunicazione all’esterno dei soggetti sottoposti al “41 bis”, inoltre, è introdotta una nuova fattispecie di reato.
 

CONTRASTO AL TERRORISMO
 

1) È possibile sospendere, cautelativamente, le attività oppure sciogliere le associazioni che possono favorire la commissione di reati di terrorismo.

 

CRIMINALITA’ DIFFUSA
 

PRESIDIO DEL TERRITORIO


1) I sindaci possono avvalersi di associazioni di cittadini non armati per il presidio del territorio. Le cosìddette ronde, dovranno essere iscritte in un apposito elenco e regolamentate con decreto ministeriale.


TUTELA DELLE FASCE PIU' DEBOLI
 

1) Sono previste pene più severe per chi commette un reato con il supporto di minori o disabili o approfittando dell’età della vittima.

2) Aumenta fino a un terzo la pena prevista per chi commette delitti contro la persona in danno di minori o nelle vicinanze delle scuole e da un terzo alla metà per chi commette atti osceni in luoghi frequentati abitualmente da minori.
3) Per chi commette violenza sessuale all’interno o nelle immediate vicinanze della scuola frequentata dalla vittima è prevista la reclusione da 6 a 12 anni.
4) Pene più severe per tutti i delitti compiuti contro il patrimonio nei confronti di persone portatrici di handicap.
5) Chi sfrutta i minori nell’accattonaggio è punito con la reclusione fino a 3 anni.
6) Vengono inasprite le pene per il sequestro di minori. È introdotto il reato di sottrazione e trattenimento di minore all’estero, punito con reclusione da 1 a 4 anni (se il minore è
quattordicenne la reclusione va da 6 mesi a 3 anni). Se il colpevole è lo stesso genitore viene inoltre sospesa la potestà genitoriale.
7) È istituito il registro nazionale dei “senza fissa dimora”.
8) Sono introdotte nuove aggravanti per il delitto di mutilazioni genitali femminili.
 

TUTELA DEL DOMICILIO
 

1) La violazione di domicilio è punita con un minimo di 6 mesi di reclusione. Sono inoltre introdotte nuove ipotesi di arresto in flagranza per violazione di domicilio, furto aggravato dal solo possesso di armi, furto commesso da più persone simulando di essere un pubblico ufficiale.
 

ALTRE MISURE DI CONTRASTO
 

1) Sono aggravate le pene previste per il furto e per la rapina commessi sui mezzi di trasporto e nei confronti di chi abbia appena prelevato agli sportelli bancomat.
2) È modificata la disciplina delle aggravanti per il porto illegale di armi: aumento di pena da un terzo alla metà se il porto illegale è compiuto nelle vicinanze di scuole, banche, uffici postali, sportelli bancomat, giardini pubblici, stazioni ferroviarie, fermate metro e autobus. Nelle medesime circostanze è raddoppiata la pena per chi porta fuori dalla propria abitazione oggetti atti ad offendere.
3) È previsto un regolamento per chiarire la disciplina sulla vendita e l’uso degli strumenti di autodifesa (es: spray al peperoncino).
4) È reintrodotto il reato di oltraggio a pubblico ufficiale, punito con la reclusione fino a 3 anni.

SICUREZZA STRADALE
 

LA LINEA DURA


1) Raddoppiata la sospensione della patente di guida, per chi guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di stupefacenti, se il veicolo appartiene a persona estranea.
2) In caso di circolazione con documenti assicurativi falsi o contraffatti il veicolo sarà confiscato.
3) Le persone condannate per spaccio oppure segnalati al Prefetto per uso personale di sostanze stupefacenti, non potranno conseguire la patente o altri titoli abilitativi per tre anni.
 

MAGGIORI RISORSE
 

1) Grazie all’aumento di un terzo delle sanzioni per le violazioni commesse nella fascia oraria dalle 2.00 alle 7.00 aumentano le risorse destinate al Fondo per l’incidentalità notturna, che potranno essere utilizzate per l’acquisto di mezzi, materiali, attrezzature e per campagne di sensibilizzazione.
 


CIRCOLARI E PROVVEDIMENTI

 Nota della Prefettura di Treviso circa le modalità di formulazione e contenuto delle istanze di iscrizione nell'elenco prefettizio delle associazioni di cittadini non armati per la segnalazione ai competenti organi di polizia di eventi che possono arrecare danno alla sicurezza urbana ovvero situazioni di disagio sociale. Scarica il testo

 

MODULISTICA VARIA PER IL PERSONALE DELLA POLIZIA LOCALE

QUESTA SEZIONE E' DEDICATA ALLA MODULISTICA OPERATIVA PER IL PERSONALE DELLA POLIZIA LOCALE NON RIENTRANTE NELLA CASISTICA TRATTATA IN ALTRE PAGINE

Modulo per censimento nomadi. Scarica stampato


 

 

Copyright © 2014  -  Andrea Camata 
  Info: info@plnews.it